fbpx

Come sconfiggere le disuguaglianze: una chiacchierata con Francesco Barca

Se già conoscete da un po’ la nostra associazione, sapete bene che tutte le nostre attività hanno uno scopo ben preciso: abbattere le disuguaglianze economiche, sociali e territoriali presenti in Italia. Per questo motivo, il 22 giugno 2021, ormai qualche mese fa, in collaborazione con Alice Favotto di CEST e Davide Maria De Luca di Domani Editoriale, abbiamo deciso di parlarne sul nostro profilo Instagram, in una live recuperabile qui, con uno dei principali esperti italiani sul tema: Fabrizio Barca.

Fabrizio Barca, statistico ed economista, ha dedicato un’intera carriera lavorativa al tema delle disuguaglianze. E’ coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità, già Ministro per la coesione territoriale, presidente del comitato per le politiche territoriali presso l’OCSE e dirigente della divisione ricerca presso la Banca d’Italia. Durante la live, abbiamo affrontato diversi aspetti del problema, analizzando in particolare qual è il ruolo delle politiche pubbliche per aumentare la mobilità sociale.

Il professor Barca ha fatto chiarezza sulla tanto discussa dote per i diciottenni: dare un’opportunità a tutti, anche chi proviene già da contesti avvantaggiati, di avere tutti i mezzi per scegliere da sé per il proprio futuro. Le disuguaglianze territoriali possono poi essere mitigate se si ritorna a considerare quello che è il contesto per cui le politiche pubbliche vengono sviluppate, dato che diversi territori presentano diverse peculiarità ed esigenze. L’assenza di una classe dirigente nuova e di dibattito pubblico bloccano lo sviluppo tecnologico e sostenibile del paese. Il nostro ospite ha notato come in Italia vi sia una grande capacità ingegneristica, ma spesso le aziende sono bloccate per motivi politici, venendosi così a creare quella famosa sovraqualificazione della forza lavoro, specialmente giovane. Per questi motivi, è necessario riaccendere un dibattito politico efficace soprattutto a livello territoriale, su cui si gioca la grande partita del PNRR. Fabrizio Barca ha evidenziato l’importanza di monitorare come il piano viene implementato a livello locale, in modo tale da poter effettuare la giusta pressione sulle amministrazioni comunali, garantire trasparenza ed evitare sprechi. Infine, ma non per importanza, abbiamo discusso di giustizia ambientale e sociale: le politiche ambientali devono essere elaborate in modo tale da non creare ulteriore disparità nella società.

Il dialogo con Fabrizio Barca calza a pennello con le attività che svolgiamo giornalmente in Poliferie, volte ad abbattere le disuguaglianze e far capire che c’è un’opportunità per tutti. Vogliamo realizzare questa missione non solo attraverso gli incontri di formazione, ma anche attraverso opportunità di dialogo come queste, che permettono di confrontarci con esperti del settore, aiutandoci a comprendere il quadro teorico nel quale ci muoviamo ogni giorno e a rendere noto come dietro il nostro lavoro ci sia molto di più: dati, teorie e ricerche che, in un certo senso, rimangono “su carta” senza il contatto diretto con queste realtà, sia in forma di partecipazione civica sia politica.

Se volete continuare ad esplorare tutti i temi che sono dietro le nostre attività,  vi invitiamo a non perdere la nostra prossima live il 25 Novembre, visibile sul canale Instagram di Poliferie, che avrà come ospite Federica Pasini, di Hacking Talents. A presto!